Salta l’ultimo viaggio di Matt a Tenerife a causa del crack di Thomas Cook

0
155

Tra i viaggiatori che hanno visto sfumare le loro vacanze per il fallimento del tour operator Thomas Cook, c’è anche Matt Dominic. Era il suo ultimo viaggio. L’ultima possibilità di visitare Tenerife prima che il cancro lo consumi definitivamente. Come riporta anche il Daily Mail, all’uomo rimangono da trascorrere insieme a sua moglie soltanto altri 6 mesi di vita.

I medici hanno individuato il tumore a maggio del 2018. Da quel momento Matt ha capito di dover sfruttare al massimo il tempo che gli rimaneva. Ha deciso, così, di prenotare un viaggio insieme a sua moglie: una settimana a Tenerife. Spendono 1800 euro per poter trascorrere una settimana lontano dalle paure di un futuro sin troppo definito.

Ma, visto che il tour operator britannico Thomas Cook ha dichiarato bancarotta, Matt e sua moglie, Lyndsay, dovranno probabilmente rimanere a casa, a Derby in Inghilterra. Per la signora Dominic non ci sarà abbastanza tempo per organizzare un’altra vacanza. “Non è possibile prenotare un altro viaggio a meno che non riceviamo i nostri soldi indietro. Continuo a leggere, però, che potrebbero essere necessari fino a due mesi per ottenere il rimborso”, ha detto Lyndsay. Quando i soldi arriveranno, le condizioni di Matt potrebbero essere peggiorate così tanto da non permettergli di volare e affrontare una settimana lontano dai medici.

Intanto, i numeri di telefono che Thomas Cook ha fornito ai viaggiatori per chiedere informazioni riproducono soltanto un messaggio registrato. Non riesce a sapere nulla di più. Bisogna, quindi, aspettare che l’emergenza rientri. La moglie di Matt, però, non vuole arrendersi e chiede di avere l’assistenza che merita: “Gradirei in queste circostanze di poter contattare qualcuno”. Non incolpa il personale, ma chi dirigeva l’azienda: “Il personale era tenuto al buio. Mi dispiace per loro. Chi era a capo della società, invece, è stato egoista”.

Fonte: Huffington Post

Comments

comments