Canarie, appello all’identità linguistica

0
117

Le Canarie non vogliono essere da meno delle altre comunità autonome e così, nella riforma dello Statuto, per la prima volta si fa appello ad un’identità collettiva, linguistica e culturale differenziata.
Poiché non esiste una lingua propria, pur essendoci una Accademia al riguardo, l’amministrazione autonoma dell’Arcipelago chiede di fatto di poter essere responsabile della regolamentazione della peculiarità linguistica dello spagnolo parlato sul suo territorio, che differisce da quello nazionale.
Nella fattispecie la comunità autonoma ha competenza esclusiva su tutto il patrimonio culturale come da articolo 149.2 della Costituzione.
Le Isole così assumono il controllo esclusivo su archivi, biblioteche, musei e centri culturali di proprietà statale situati nell’Arcipelago e la cui gestione non è espressamente riservata allo Stato.

Comments

comments