Da Tenerife al Brasile per i suoi studenti

0
259

Questa e’ la storia di una maestra, CEIP Ángel Guimerá, a San Juan de la Rambla. Lei sara’ uno degli otto membri dell’equipaggio di Copernico Doblón, la barca a vela che è salpata venerdì e in cui viaggerà per un mese fino in Brasile .
Pilar Gutiérrez e’ nata a Santa Úrsula, ha 42 anni, le piace il mare, è un’insegnante di bambini e ha appena intrapreso il suo miglior progetto educativo. O almeno, il più ambizioso finora. Mentre per il resto della ciurma L’ intenzione è quella di navigare tutto l’anno fino all’Antartide e da lì proseguire in Uruguay e Argentina.
Nel suo caso, arriverà in Brasile perché per motivi di lavoro deve tornare a Tenerife. Mentre sei in alto mare, pubblichera’ piccoli video ogni volta che puo in una sorta di lezione invertita, in cui è combinato l’insegnamento faccia a faccia e virtuale, attraverso i social network, principalmente dal tuo account Instagram @piliteacher . Per questo, ha l’autorizzazione delle famiglie, requisito fondamentale quando sono minorenni. Pertanto, ha lo scopo di insegnare e promuovere il valore storico, economico e culturale che il mare ha avuto nelle Isole Canarie e la navigazione, come parte del suo patrimonio dal momento della conquista ad oggi. Nel suo viaggio, sottolineerà la storia poiché l’equipaggio farà il percorso che ai suoi tempi ha fatto l’esploratore spagnolo Vicente Yanez Pinzón, il primo navigatore europeo arrivato in Brasile. Salpò insieme a Cristoforo Colombo nel suo primo viaggio nel Nuovo Mondo, nel 1492, come capitano della caravella La Niña e scoprì le coste dell’estremo nord del paese sudamericano nel gennaio del 1500, un’impresa che l’equipaggio del Copernico Doblón vuole emulare.Vuole anche far conoscere come vivono le persone in mare, tenendo conto di popoli come i vichinghi, che erano ottimi navigatori, il significato della parola stivaggio e l’importanza degli alisei. “Sono l’autostrada per raggiungere le coste del continente americano dalle Isole Canarie”, dice Pilar, aggiungendo che i mesi di gennaio e febbraio sono i migliori per navigare perché sono più consolidati, sono più potenti e si traducono in incroci più brevi . Ecco perché non è un caso che abbiano scelto di partire venerdì.Questa insegnante entusiasta ama dare valore all’ambiente. E sebbene Tenerife sia circondata da posti meravigliosi, ha scelto di portare un “po ‘” del suo posto di lavoro in alto mare. San Juan de la Rambla è stato tradizionalmente un comune agricolo e per questo motivo ha caricato un manico di banane da condividere con i suoi compagni. Motivazione, imprenditorialità, convivenza e atteggiamenti positivi sono valori che lavoreranno con gli studenti, poiché ritiene che in ogni percorso della vita la cosa più importante sia sapere come vivere con persone che non provengono dallo stesso ambiente, come sperimenterà nel tuo viaggio. È chiaro che in futuro i loro studenti devono relazionarsi in un mondo in cui troveranno persone diverse e per questo è importante dotarli di strumenti appropriati che consentano loro di gestire le proprie emozioni, lavorare sulla tolleranza e imparare a rispettare le diverse razze , religioni, opzioni sessuali, opinioni e abilità di ciascuno. In breve, supponiamo che ogni persona sia diversa e che la differenza risieda nella ricchezza. Pilar è convinta che il suo progetto integri i valori che devono essere promossi dall’infanzia per affrontare le sfide che la vita dovrà affrontare in futuro e imparare a riprendersi dalle avversità.

Comments

comments