Il governo delle isole Canarie respinge e condanna l’omicidio sessista commesso a Tenerife

0
440

Il ministro della Presidenza, della giustizia e della parità, José Miguel Barragán, a nome del governo delle isole Canarie, respinge e condanna l’omicidio di una donna commesso domenica a Santa Cruz de Tenerife e trasmette alla famiglia della vittima le sue più sentite condoglianze  “un crimine che ci oltraggia come rappresentanti dell’Esecutivo delle Canarie e come persone che fanno parte di questa società”.  Barragán esprime la ferma determinazione e l’impegno dell’esecutivo delle Canarie a prevenire e combattere la violenza che comporta una grave e intollerabile violazione dei diritti umani e alla quale chiede tolleranza zero, pur ricordando che non è responsabilità delle sole istituzioni, ma dell’intera cittadinanza. “Ogni persona, con il suo rifiuto, può contribuire a sradicare qualsiasi tipo di violenza contro le donne”, afferma Barragán, che, a tale riguardo, invita i cittadini a denunciare e aumentare la pressione nei confronti degli aggressori . Allo stesso tempo, incoraggia le vittime a comunicare con le  amministrazioni pubbliche. A questo proposito, il direttore dell’Istituto per l’uguaglianza delle Canarie, Claudina Morales, ricorda che le donne che si trovano in questa situazione hanno il sostegno attraverso le risorse che costituiscono la rete sociale per la prevenzione e la protezione completa delle vittime, che ha servizi e risorse in tutte le isole. Morales sottolinea che la violenza di genere è l’esempio più brutale e drammatico della disuguaglianza tra donne e uomini ed è un attacco contro la libertà, la salute, l’integrità fisica e mentale, la sicurezza, la dignità e la vita delle donne.  “Saremo in grado di porre fine a questa violazione dei diritti umani dall’unità e con gli sforzi congiunti”, sottolinea Morales.

Comments

comments