La polizia nazionale e Orange avvertono del rischio di sfide virali per i più giovani

0
156

La Polizia Nazionale e l’Orange si sono uniti in una campagna di sensibilizzazione e prevenzione il cui obiettivo è mettere in guardia dai rischi che i giovani possono seguire nella moda delle cosiddette sfide virali, quando li espongono a situazioni estreme.
Questa campagna di prevenzione sulle sfide virali fa parte dell’iniziativa “Per un uso amoroso della tecnologia” , lanciata a settembre 2017 da Orange, per sensibilizzare i bambini e gli adulti sull’importanza di utilizzare in modo sicuro e responsabile la tecnologia, un modo per invitare a riflettere sulle conseguenze di un uso improprio che causa fenomeni quali il sexting , il cyberbullismo , l’ incoercomunicazione , la sharenting.
Un’iniziativa il cui asse sarà la diffusione di due materiali audiovisivi , che saranno integrati nelle prossime settimane con campagne online e altri contenuti informativi, come consigli e messaggi di esperti ed educatori per rafforzarne il carattere didattico.Da un lato, una fiction che racconta una storia con lo scopo di generare interesse in modo che queste conversazioni di valore sorgano tra genitori e figli . In questo caso, la finzione che viene esposta, purtroppo, molto reale, è quella di un adolescente che si trova sul cornicione di un edificio mentre viene filmato con il suo cellulare da un gruppo di amici.
Il secondo è un video sperimentale in cui i protagonisti affrontano una situazione attorno al fenomeno, in modo che capiscano di cosa si tratta e prendano coscienza delle sue conseguenze. Per questa occasione, e seguendo la linea del video precedente, i giovani invitati all’esperienza la vivono in prima persona, senza sapere cosa sia la finzione.
Il direttore della polizia, Francisco Pardo, ha sottolineato che ” l’obiettivo che ci siamo posti è porre fine al danno causato dalle sfide virali che circolano su Internet e che mettono in pericolo non solo la salute, ma la vita stessa dei nostri figli “.

Comments

comments