Matteo, in carcere per l’attacco con acido a una giovane donna a La Cuesta, ricoverato dopo l’assunzione di un farmaco

0
257

L’italiano identificato come Matteo E. Albanesi, il principale sospettato di essere la mente del brutale attacco con acido a Maria Acosta , una giovane donna di 25 anni a La Cuesta, è stato ammesso dal primo gennaio all’Ospedale universitario delle Isole Canarie (HUC) a causa di intossicazione dopo l’assunzione di farmaci, come rivelato da una fonte carceraria.Matteo Albanesi, 45 anni, è stato catturato quando ha cercato di lasciare l’isola dall’aeroporto di Tenerife Sud.Il detenuto nel modulo 3 del Centro penitenziario di Tenerife II ha preso tutti i farmaci il giorno 1 e ha perso conoscenza in un’ambulanza medica all’ospedale universitario delle Isole Canarie dove giovedì era ancora ammesso.Probabilmente le cause di questo tentativo di suicidio sono le minacce che ha ricevuto da altri detenuti per il crimine che presumibilmente ha commesso. Come si sá nella “legge sulla prigione”, donne e bambini sono sacri, quindi stupratori, pedofili, assassini di donne e bambini sono considerati la vendetta più spregevole e bestemmiante, quindi è comune subire minacce e aggressioni durante la prigionia.

Comments

comments