Santa Cruz chiede un piano di aiuti umanitari per gli immigrati senzatetto

0
168

Per una situazione eccezionale è necessaria una soluzione eccezionale”. È così che il sindaco di Santa Cruz, José Manuel Bermúdez, ha definito la sua richiesta allo Stato di attivare un piano di aiuti umanitari per i cento immigrati che attualmente vivono nelle strade della capitale una volta raggiunto il tempo massimo di permanenza nella capitale. il Centro per l’internazionalizzazione degli stranieri (CIE) di Hoya Fría. “Sono persone che se ne vanno senza documenti, senza denaro e che non abbiamo modo di aiutare, anche se abbiamo messo tutti i servizi che abbiamo a disposizione per i senzatetto, ma non è abbastanza”, ha spiegato il sindaco. Bermudez si è riunito ieri mattina con il delegato del governo, Elena Mañez, per affrontare una situazione che la capitale sta vivendo dallo scorso ottobre. “Ho lasciato l’incontro con incertezza perché, sebbene ci abbiano assicurato che il ritmo del rimpatrio con il Marocco si è ripreso (il 90% degli stranieri per strada proviene da questo paese), non ci hanno dato una soluzione per coloro che sono già a Santa Cruz. ” “Esigiamo”, ha proseguito il sindaco, “una risposta umanitaria per queste persone, una risposta eccezionale per un gruppo di persone che non possono andare da nessuna parte perché non hanno documenti, non hanno denaro e hanno bisogno delle risorse dello Stato”.Il sindaco voleva anche sradicare qualsiasi rapporto tra crimine e immigrazione. “Non esiste alcun tipo di relazione, non ci credo”, tuttavia ha ammesso che sono sorti problemi di convivenza.

Comments

comments