Tre persone su quattro che cercano lavoro nei principali comuni turistici del Sud hanno solo studi di istruzione primaria

0
203

In questo periodo si sente parlare spesso di ricerca di   lavoro o meglio di disoccupazione. Anche se la disoccupazione pare ancora alta le statistiche ufficiali rivelano una notevole riduzione di disoccupati. I nove comuni meridionali (Arona, Adeje, Granadilla de Abona, Guía de Isora, San Miguel de Abona, Santiago del Teide, Arico, Fasnia e Vilaflor) hanno chiuso il 2018 con un totale di 18.909 persone registrate negli uffici di collocamento, 136 in meno di nell’anno precedente. Il 20% di coloro che aspettano un’opportunità ha l’istruzione secondaria obbligatoria e solo il 3% ha un diploma universitario, sebbene la percentuale più bassa di disoccupati corrisponda al segmento di coloro che hanno optato per la formazione professionale, con solo il 2,5% . Secondo gli ultimi dati pubblicati dall’Osservatorio Canario dell’Occupazione (Obecan) alla fine dello scorso anno, il 74% delle persone che cercano di rientrare o entrare nel mercato del lavoro per la prima volta ad Arona, Adeje e Guía de Isora , ovvero, tre persone su quattro che cercano lavoro nei principali comuni turistici del Sud hanno solo studi di istruzione primaria. Questo e’  un dato che rivela la scarsa qualificazione della maggior parte dei candidati registrati negli uffici di collocamento della regione, molti dei quali ex dipendenti del il settore delle costruzioni, a cui la crisi economica e, in particolare, la pazzia della bolla immobiliare, irrimediabilmente li ha inviati alla disoccupazione. Allo stesso tempo, le statistiche ufficiali mostrano che il tasso di disoccupazione è prevalentemente femminile. Le tre municipalità citate hanno praticamente inchiodato i dati: il 55% delle persone in cerca di lavoro sono donne.

 

 

Comments

comments